Anna Mauro

 

 
 


Translate this page into English

Autrice versatile, dalla scrittura nuda, pungente, irriverente, che affonda nel sociale. La sua penna, senza fronzoli, punta direttamente al cuore e al cervello degli spettatori, suscitando forti emozioni e profondi spunti di riflessione. E’ una donna semplice, che emana una forte carica di simpatia; dalle sue parole si coglie immediatamente l’entusiasmo con il quale realizza le sue opere. Nei suoi spettacoli, la valorizzazione degli spunti umoristici, drammatici o di riflessione viene affidata non ad una regia ossessivamente legata al rispetto letterale del testo originale, ma ad una interpretazione relativamente libera dei personaggi da parte degli attori. È infatti convinta che il testo non debba soccombere alla grandiosità della scenografia, alla bellezza dei costumi o alla suggestione della musica. Ritiene che le opere teatrali da lei scritte debbano essere rappresentate con la stessa semplicità con cui sono state pensate, e che il loro senso e la loro forza debbano scaturire dall’immediatezza di una recitazione fortemente “sentita”. Le prime esperienze teatrali nascono insieme al suo lavoro di insegnante e coinvolgono bambini, adolescenti e giovani. In qualità di organizzatrice, autrice o regista di attività, iniziative e spettacoli realizzati con la collaborazione di colleghi, amici e professionisti, Anna Mauro esordisce con opere divertenti ma non prive di messaggi sociali. Prosegue con numerosi laboratori teatrali che riscontrano notevole successo, per poi promuovere la creazione di un’associazione culturale caratterizzata da attività tese alla promozione dell’infanzia e dell’adolescenza, con un coinvolgimento degli adulti via via crescente. Oggi lavora autonomamente ed è rappresentata in tutta Italia e all’estero. Anna Mauro mette in scena testi di volta in volta umoristici, poetici o di rottura - non di rado le tre cose insieme, in un’ottica di ricerca e di discussione, che si svolge sul piano sociale o delle microstorie quotidiane, con scelte registiche mirate a coinvolgere e intrattenere lo spettatore e a stendere sulle idee un velo di ironia che dà leggerezza, pacifica, diverte. La regista dirige con delicata duttilità gli attori, nei quali riconosce esseri umani desiderosi di esprimere le loro potenzialità ed i loro talenti: uomini, donne, ragazzi - ognuno con la propria storia - che coltivano la passione per il teatro, un teatro che li diverte e fa divertire chi vi assiste, lanciando spunti di riflessione profonda. La caratteristica degli spettacoli di Anna Mauro è la leggerezza e contemporaneamente l'impegno degli interpreti, che si mettono in discussione, sperimentando sulla propria personalità, per contribuire a rendere sempre "diversa" ogni replica: una battuta, una tonalità, un gesto bastano per reinventare il personaggio. Potrebbe essere considerata una filosofia all'inverso: non sono gli attori a entrare nei personaggi, ma questi ultimi ad essere animati dalle vite e dall’entusiasmo degli attori. Anna Mauro coagula intorno a sé energie positive, valorizzando le doti personali che ciascuno possiede e intravedendo talenti ormai famosi che senza di lei non sarebbero mai sbocciati. Ha i tratti del genio sia nel suo procedimento di scrittura creativa, sia nella regia degli spettacoli. Le sue lezioni di avviamento alla recitazione e soprattutto il suo indomabile ottimismo e la carica di entusiasmo al momento della lavorazione costituiscono il modo peculiare con cui vive e fa vivere il teatro.

 Simonetta Genova